Loading...
08-06-17

3 consigli per una newsletter efficace


Intervista de “Il Mattino di Padova” a Nicola Gallo, classe 81, imprenditore web, Ceo di Internetimage.it, da vent’anni si occupa di far crescere le aziende attraverso internet.

Come fidelizzare e aumentare le vendite ai propri clienti attraverso l’invio delle newsletter

L’importanza della comunicazione aziendale con strategia, design e risultati

Quali sono le regole iniziali? 

  • Lista dei destinatari: invio della newsletter solamente a persone che si sono ISCRITTE alla tua lista quindi ti conoscono (probabilità di conversione 5% 6% di conversioni)
  • Le newsletter non devono essere inviate a sconosciuti (probabilità di conversione 0,5% di conversioni)
  • configurazione record spf del dominio con l’indirizzo ip di spedizione newsletter, in modo da autorizzare l’invio delle newsletter attraverso un server specifico
  • Non usare piattaforme gratuite (spesso hanno ip di spedizioni sporchi perché utilizzate per invio massivo di email senza regole e diminuiscono la reputazione del tuo dominio ai server di destinazione)

Come costruire una newsletter efficace?

  • Deve informare ed essere utile al cliente (non invasiva come le pubblicità). È importante abituarsi a preparare un piccolo piano editoriale.
  • deve essere breve, chiara e semplice. L’obiettivo è puntare in modo sintetico all’obiettivo. (quante email può avere un utente nella propria cassetta postale? psicologicamente si tende a leggere le email più corte)
  • Lo scopo è incuriosire e invitare all’azione attraverso una call to action (invito all’azione) efficace. Gli utenti che ricevono il messaggio devono essere invogliati a cliccare per ottenere una risorsa gratuita, consultare una promozione, approfondire un argomento.

Quali elementi devono essere presenti in una newsletter?

  • Oggetto:
    • intestazione (identificazione del mittente es. logo, nome)
    • immagine emozionale 
    • saluto personalizzato (es. Gentile Mario Rossi,…)
    • breve testo descrittivo del messaggio
    • tasto call to action –> deve portare ad una pagina web di approfondimento
    • piè di pagina contenente i recapiti dell’azienda
    • il tutto con una grafica responsive e adattabile a qualsiasi dispositivo

Mai inserire più di due link nella newsletter – mai usare immagini pesanti – mai usare molte immagini – mai usare testi lunghi – mai usare solo le immagini senza un testo


Qual è la regola finale?

Recall telefonico a tutti gli utenti/clienti che hanno cliccato (entro 2 giorni dall’invio) solo così puoi rivolgerti efficacemente agli utenti che hanno manifestato l’interesse al tuo argomento/newsletter e vendere così in modo più semplice e veloce i propri prodotti o servizi.

Quali sono i vantaggi delle campagne newsletter?

  • Ti permette di comunicare costantemente con i tuoi clienti visitandoli periodicamente con la tua comunicazione aziendale.
  • prepari il terreno attraverso argomenti commerciali per gli agenti
  • riesci a coltivare l’interesse del cliente (inserendolo in una specie di incubatore) per prepararlo ad acquistare successivamente da te.